Caratteristiche costruttive

Share Button

4.2. Caratteristiche costruttive di un impianto Fumario

UNI 1443 Designazione Camino

UNI 13384/1 Calcolo Camino

Lunghezza massima e spostamenti: 

Per gli apparecchi generatori di calore muniti di elettro ventilatore ( estrattore fumi ) per l’espulsione dei fumi devono essere seguite le istruzioni di installazione del costruttore per quanto concerne la lunghezza massima ed il numero di curve dei canali da fumo. Nel caso in cui non vengano indicati i valori massimi, devono essere applicate le seguenti prescrizioni della Uni 10683

  • i tratti orizzontali devono avere una pendenza minima del 3% verso l’alto;
  • la lunghezza del tratto orizzontale deve essere minima e comunque non maggiore di 4 m;
  • il numero di cambiamenti di direzione, compreso quello per effetto dell’impiego di elemento a “T”, non deve essere maggiore di 3.
  • Un consiglio , per stufe, inserti, caldaie a pellet la sezione minima del camino diametro 100 per prodotti idro con temperatura fumi inferiore 80°C il camino e la canna fumi sempre doppia parete.

Per il collegamento di stufe a tiraggio naturale al camino si possono usare al massimo 3 cambi di direzione, con angolo non maggiore 45°, e lunghezza del canale da fumo in proiezione orizzontale non superiore a 2 m. I tubi vanno inseriti secondo indicazione del costruttore del tubo, se indica per legna senza guarnizione, bisogna montare senza la guarnizione cosi il tubo può superare i 600°C.

 Pendenza:

Deve essere evitato per quanto possibile il montaggio di tratti orizzontali. E’ vietato l’impiego di elementi in contro pendenza. Per caminetti dove si debbano raggiungere scarichi a soffitto o a parete non coassiali rispetto all’uscita dei fumi dall’apparecchio, i cambiamenti di direzione dovranno essere realizzati con l’impiego di gomiti aperti non superiori a 45°.

Cambiamenti di sezione:

Il canale da fumo deve essere a sezione costante UNI 13384/1 Calcolo Camino.  Eventuali cambiamenti di sezione sono ammessi solo all’innesto della canna fumaria UNI 1443 Designazione Camino ( “all’uscita del generatore; è vietato l’impiego di riduzioni all’innesto con la canna fumaria”). E vietato far transitare all’interno di canali da fumo, ancorché sovradimensionati, altri canali di adduzione dell’aria e tubazioni ad uso impiantistico.  esempio : E vietato inserire dentro ad un canale da fumo il passaggio di Tubazione per vaso aperto per prodotti idro a Legna. 

Aperture di ispezione:

Il canale da fumo deve permettere il recupero della fuliggine o essere scovo labile.

Quindi deve aver nel tratto verticale una ispezione alla base.

Placca Camino:

L’installatore del sistema di evacuazione fumi, una volta terminata l’installazione ed effettuati i relativi controlli e verifiche, deve fissare in modo visibile, nelle vicinanze del camino, la placca camino fornita dal fabbricante a corredo del prodotto, che deve essere completata.

Completato il montaggio della canna fumaria va compilata è montata

Presa D’aria:

La ventilazione si ritiene sufficiente:

quando l’esterno e comunicante direttamente con l’ambiente di installazione o con l’apparecchio in conformità alle prescrizioni del fabbricante; quando il locale è provvisto di prese d’aria per la ventilazione mediante una o più aperture di ventilazione permanente nello stesso locale o in locali adiacenti e comunicanti,  creando una giusta ventilazione.

Video esempio Riv,

Per la provincia di Lecce:

Tutti gli apparecchi o generatori di calore di qualsiasi potere calorico ( KW ) vanno dichiarati entro 60 gg dal installatore, la dichiarazione è composta da minimo 3 allegati                               ( Dichiarazione , Disegno , Descrizione lavori svolti ) , il bollino della provincia va fatto e pagato come e descritto dalla normativa in vigore in provincia, 

Per la provincia di Brindisi:

Tutti gli apparecchi o generatori di calore di qualsiasi potere calorico ( KW ) vanno dichiarati entro 60 gg dal installatore, la dichiarazione è composta da minimo 3 allegati                               ( Dichiarazione , Disegno , Descrizione lavori svolti ) , il bollino della provincia va fatto e pagato come e descritto dalla normativa in vigore in provincia, 

Lascia un commento